Home > Scandalo casino saint vincent

Scandalo casino saint vincent

Scandalo casino saint vincent

Ad abundantiam circola insistetemente la vote che Di Matteo non abbia versato a Finaosta la rata del mutuo che scadeva a luglio. Cosa farà Finaosta ora? Cosa farà la politica? Chi sa lo faccia sapere ai valdostani. Poi il mondo è cambiato, sono cambiate le abitudini delle persone, la concorrenza si è attrezzata e a Saint-Vincent le cose hanno cominciato ad andare meno bene, non male, ma meno bene. Ad un certo punto la politica a tutti i costi ha voluto sostituirsi ai privati nella gestione e qui sono cominciati i problemi veri.

Negli anni sono state assunte centinaia di persone, sono stati riconosciuti stipendi fuori da ogni logica e garantiti vantaggi di ogni genere. Ma ancora oggi, anche i nuovi, quelli della trasparenza e del rinnovamento hanno già iniziato a piazzare i loro propagandisti. La Regione ha introitato miliardi di euro non lire ma non ne ha reinvestito uno solo, non ha accantonato niente, non ha manco cambiato le lampadine.

Per cui di tutta fretta il messaggio alla Società di gestione è stato: Come i nobili decaduti che non si curano tanto dei soldi, suvvia cosa volete che sia. Chi gestiva la società ha alzato la mano, guardate che bisogna sistemare i conti, bisogna sviluppare diversamente le attività e per fare questo servono soldi, poi bisogna sistemare i costi, tutti, soprattutto quelli del personale. Per cui i vituperati manager hanno predisposto piani sostenibili che andavano a rimodulare i costi del personale, ma questi piani erano incoerenti con le necessità politiche.

Nessun politico di maggioranza o minoranza ha mai appoggiato veramente questo percorso, troppo impopolare. Il litemotiv era: Per cui traversamente sindacati e politica hanno inventato soluzioni che invece di risolvere il problema lo hanno aggravato. Tutti i manager che si sono succeduti sono stati accusati di incapacità. I piani alla fine erano sempre gli stessi, ridurre il costo del personale a livelli corretti e magari la Regione poteva anche pagarsi i lavori che lei stessa avrebbe dovuto fare. Tutto inutile. Risoluzioni, mozioni, Task Force, gruppi di lavoro, prestiti bancari da pagare a sé stessi…cioè a Finaosta , cambi di giunte, nuovi equilibri in seno al Consiglio regionale, leggi ad ok, denunce, indagini, processi e soprattutto, caos.

Ed ora arrivati ancora una volta al limite del sopportabile si tirano fuori nuove idee, che sono poi sempre le stesse, le stesse che negli anni il Consiglio regionale ha sempre avversato con ogni forza. Un po' come dire, lasciateli sbagliare. Ma chi ha idee deve metterle sul tavolo. Ci sono di mezzo tante famiglie. Oppure i politici vogliono ancora aiutare i propri elettori che lavorano alla Casa da gioco e in questo caso è anche peggio, perché dimostrano di non avere lungimiranza alcuna.

I meli per dar frutto devono essere potati e le mele portate altrimenti la Cofruit chiude. O la miseria. Your browser does not support iframes. Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. You may use these HTML tags and attributes:. Sito web. Chi siamo Redazione Contatti Pubblicità. Link dell'articolo https: Roberto Mancini e Fabio Repici. Belfiore, un pentito arruolato dal sisde Il 26 giugno , a Torino, vennero sparati quattordici colpi contro Bruno Caccia, mentre portava a spasso il cane.

Redazione AostaSera. Siamo un team di giornalisti quasi giovani, nati e cresciuti, lavorativamente parlando, sul web. Commenta questo articolo Cancella la risposta Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Editore PiùPress società cooperativa P. Redazione Passage du Verger, 1 - Aosta Tel. Pubblicità Concessionaria esclusiva per la pubblicità Tel:

la crisi del casinÒ di saint-vincent mette in difficolta’ la valle d'aosta - Dagospia

Il Casinò di Saint-Vincent sta scatenando in Valle d' Aosta una politici inciamparono su uno scandalo legato proprio al Casinò - ha giocato d'. Il Casinò di Saint-Vincent sta scatenando in Valle d' Aosta una politici inciamparono su uno scandalo legato proprio al Casinò - ha giocato d'. In palio c'è nientemeno che il casinò di Saint Vincent. pentito del Sisde, che svolge operazioni di autorità giudiziaria, uno scandalo contro il. La Guardia di Finanza indaga 22 amministratori della Valle D'Aosta per i fondi pubblici concessi al Casinò di Saint-Vincent causando danni. La decisione della corte dei conti. Tra di loro gli ex presidenti Rollandin e Marquis. Sono invece stati assolti il senatore Albert Lanièce, gli ex. Campione d'Italia, atti di indagine secretati Nel mirino anche Venezia, Saint Vincent e un procacciatore di clienti per i tavoli verdi. Casinò Aosta, la Corte dei Conti fa sequestrare beni a 21 consiglieri per danno di euro relativo al finanziamento pubblico del Casinò di Saint-Vincent. Gli effetti di questo ennesimo scandalo politico si sono appena visti.

Toplists