Home > Casino dei quattro venti

Casino dei quattro venti

Casino dei quattro venti

Stai commentando usando il tuo account Google. Stai commentando usando il tuo account Twitter. Stai commentando usando il tuo account Facebook. Notificami nuovi commenti via e-mail. Notificami nuovi post via e-mail. Musei in Comune Roma. Blog Musei in Comune Roma. Lecchi Casino dei Quattro Venti. Rispondi Annulla risposta Scrivi qui il tuo commento Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso: Email obbligatorio L'indirizzo non verrà pubblicato. La battaglia del 30 aprile era vinta. Le truppe di Oudinot non solo non avevano sfondato né sulla destra né sulla sinistra, ma si erano pericolosamente allungate rispetto alle retrovie.

Un'azione tempestiva alle loro spalle avrebbe potuto persino sbarrar loro la ritirata verso Civitavecchia. Roma 3 giugno , porta San Pancrazio, ore 5 Fuori dalla porta collocata sul Gianicolo si fronteggiavano, a distanza di poche cebtinaia di metri, i garibaldini e i francesi. Questi ultimi erano arroccati sul casino dei quattro venti o villa Corsini e nella vicina villa Valentini, collocata sul fianco sinistro degli attaccanti al di là dell'Aurelia antica.

Ancora nelle mani dei difensori, fra i quattro venti e le mura, era invece un altro luogo strategico, villa Giraud detta "Il Vascello" per la forma che ricordava una nave. Perché i francesi avevano attaccato proprio in quel punto, assediando le alture e il ben munito arco di mura sulla sponda destra del tevere? Non era una questione di giorni ma di ore. La stabile conquista da parte degli assedianti delle postazioni fuori porta San Pancrazio - i 4 venti, il vascello, villa valentini, sarebbe stata la premessa certa della loro vittoria.

Cruciale era in particolare il casino dei Quattro Venti. Esso sorgeva a circa mezzo chilometro di distanza dalle mura, in un punto più elevato rispetto a porta S. Ai suoi lati due strade, via di S. Pancrazio e via Aurelia antica, convergevano sullo stradone infossato che conduceva alla porta. Dietro il Casino dei Quattro Venti Monteverde digrada in una valle, invisibile dalle mura. Li erano allineate le riserve - migliaia di uomini della fanteria e delle cavalleria - che Oudinot aveva fatto avanzare nella notte, di rincalzo ai gruppi d'assalto impadronitisi della palazzina. Se quell'imponente forza di fuoco, protetta dall'altura e dal casino dei Quattro Venti, avesse potuto nelle ore e nei giorni successivi trincerarsi, organizzarsi e avanzare, le mura introno a S.

Pancrazio sarebbero state sottoposte ad un assedio ravvicinato e insostenibile. Se il casino dei Quattro venti e la sua altura, invece fossero tornati nelle mani dei difensori, l'intera valle sotto Monteverde, compresa villa Pamphili sarebbe stata sotto controllo, e l'avanzata degli assedianti si sarebbe svolta in condizioni ben più difficili.

In base a queste decisive valutazioni strategiche Garibaldi prese all'alba la sua decisione: Là sentivo esser la salvezza, se nostro, o la perdita di Roma, se rimaneva in potere del nemico". Flora Morelli says:. Quartiere di Spinaceto. Case popolari. Ottavo lotto Via Candido Manca. Giovanni Giacomo says:. La foto della capanna di Faustolo sul Palatino, datata all'anno , Roberto Ciotti says:.

La fruttarola non me la ricordo Elettra Pepe says:. Il cognome del ragazzo è Scalpelli. Morirà a 29 anni, nel Sapete come si chiama quel tronco di legno usato per incastrare

La Battaglia del Casino dei Quattro Venti - HistoriaRegni

Questi ultimi erano arroccati sul casino dei quattro venti (o villa Corsini) e nella vicina villa Valentini, collocata sul fianco sinistro degli attaccanti al di là. S. Lecchi Casino dei Quattro Venti. Musei moderni. Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina · Museo di Roma. Foto storiche di Roma - Sentinella francese tra il Vascello e il Casino dei Quattro Venti (Villa Corsini) Anno: La Battaglia del Casino dei Quattro Venti. Il pittore Nino Costa fu consigliere municipale della Repubblica romana del e qui di seguito. Articoli marcati con tag 'Casino dei quattro venti' partire da Villa Corsini (ora arco dei quattro venti all'interno di Villa Pamphili) a Villa Spada. Particolarmente cruenti furono gli assalti a villa Corsini, conosciuta anche come il casino dei Quattro Venti, riconquistata e persa più volte. Descrizione: Casino dei Quattro Venti Anno: Fotografo: Stefano Lecchi Fonte: Archivio sconosciuto. Aggiunta da Carlo Galeazzi.

Toplists